REGGIO: RAFFA ANNUNCIA 14 MILIONI DI EURO DALLO STATO PER LE CASSE DEL COMUNE

raffacomunedi Stefano Perri, da http://www.strill.it – Rassicura tutti il Sindaco Raffa circa lo stato delle finanze comunali e nel corso di una conferenza stampa tenuta a Palazzo San Giorgio annuncia una importante novità. “Abbiamo appena ricevuto il trasferimento ordinario dallo Stato di ben 14 milioni e 200 mila euro”.
I fondi, ricevuti l’altro ieri, rientrano nei contributi ordinari che ogni anno lo Stato versa nelle casse di tutti i Comuni. Fondi che a breve si ridurranno sensibilmente con l’entrata in vigore del Federalismo Municipale, ma che, come spiega lo stesso Sindaco Raffa “Reggio è riuscita ad avere senza riduzioni grazie alla straordinaria sinergia istituzionale che si è creata tra l’Amministrazione Comunale, il Governatore Scopelliti e il Sottosegretario agli Interni Nitto Palma”.
Dunque un po’ di ossigeno per le casse comunali, che in questi mesi sono state spesso chiamate in causa per una serie di situazioni che hanno generato malcontento e proteste in diversi settori produttivi. “Negli ultimi tempi – ammette Raffa – riguardo la situazione debitoria del Comune si è sviluppato un dibattito politico molto acceso che ha provocato una serie di tensioni in città, ma ora è venuto il momento di riportare il tema del bilancio all’interno del binario dell’ordinaria dialettica all’interno dell’Amministrazione”.
“Sicuramente da qui in avanti – spiega il Sindaco durante la conferenza stampa – avremo la necessità di misurarci con la nuova realtà del Federalismo Municipale, una scelta Governativa che può diventare un opportunità e che abbiamo condiviso anche con la nostra presenza in aula alla Camera durante l’approvazione. C’è bisogno di un grande senso di responsabilità che deve corrispondere ad una sorta di resettaggio mentale da parte di tutti gli amministratori con un approccio diverso riguardo la spesa pubblica”.
Intanto con la cifra appena ricevuta da Roma il Comune darà respiro ai tanti creditori che in questi mesi hanno avanzato lamentele nei confronti dell’Amministrazione. “Distribuiremo queste risorse – continua Raffa – in modo da ottemperare alle richieste dei creditori, che siano imprenditori o associazioni, e ci riuniremo con i tecnici del Comune per valutare tutte le esigenze dovute a causa dei crediti maturati”. Una distribuzione che seguirà, come il Sindaco stesso dichiara, un criterio anzitutto cronologico, iniziando a liquidare i mandati maggiormente arretrati e poi “secondo un piano organizzato attraverso una serie di tavoli tecnici procederemo ad erogare i fondi alle aziende che lamentano situazioni di maggiore difficoltà, sia nel settore delle costruzioni, che in quelli dei servizi sociali e della scuola”.
Ovviamente non basteranno i fondi ricevuti ad ottemperare ai debiti accumulati dal Comune. “Non salderemo tutti i debiti pregressi – conclude Raffa – e su questo non vogliamo creare illusioni, ma con la cifra ottenuta avvieremo un percorso di rientro che porterà importanti risultati per la città”.

CRISI COMUNE DI REGGIO: GLI ASSESSORI PORCINO, LASCALA E SURACI PRONTI A LASCIARE

“La crisi politica che ha interessato l’Amministrazione Comunale di Reggio Calabria da qualche settimana è arrivata ad una fase cruciale della sua evoluzione dal momento che mancano solamente poche ore alla scadenza del termine di 20 giorni previsto dalla legge per l’eventuale, e aggiungiamo, auspicabile ritiro delle dimissioni da parte del Sindaco Raffa”.

“Negli ultimi giorni lo stesso Raffa, nel ribadire la disponibilità a riprendere la guida del Comune, ha posto come necessità, legittime e rispettabili, oltre che la sottoscrizione di un documento di supporto da parte dei consiglieri comunali di maggioranza, anche l’azzeramento della Giunta Municipale alla luce della mancanza di fiducia, nei confronti del Sindaco, manifestata dai dieci colleghi dell’Esecutivo firmatari dell’ormai noto documento dei trenta”.

“I sottoscritti sin dall’inizio hanno inteso assumere una posizione differente dal resto della Giunta, non condividendo né il metodo né tantomeno il contenuto di quel documento da cui sono scaturite le dimissioni del Sindaco e ritenendo che il problema fosse tutto interno al PDL reggino; circostanza di fatto confermata dalle riunioni svoltesi negli ultimi giorni in cui non si è registrata la partecipazione, in quanto non richiesta, delle altre forze politiche alleate”.

“Siamo convinti che il dott. Raffa sia persona dotata di tutte le qualità politiche ed umani, oltre che intellettuali, per continuare l’esperienza degli ultimi otto anni di amministrazione; esperienza che va ritenuta senza dubbio positiva per i prestigiosi risultati raggiunti dalla coalizione di centrodestra”.

“Per questo motivo, dopo esserci confrontati, ognuno con il rispettivo partito politico di appartenenza, spinti da un forte senso di responsabilità ed avendo come unico obiettivo il bene comune, manifestiamo la disponibilità di rimettere nelle mani del Sindaco Raffa il nostro mandato assessorile, auspicando che tale gesto possa essere d’aiuto alla risoluzione della crisi comunale nella convinzione che il commissariamento rappresenti una sconfitta di tutti i soggetti politici coinvolti ma soprattutto un enorme danno per la nostra comunità”.

Gli Assessori
Rocco Lascala – PRI
Demetrio Porcino – UDC
Dominique Suraci – NOI SUD

IL GIRO DEL MONDO PER IL PREMIO NOSSIDE 2010

Il XXVI Premio Mondiale di Poesia Nosside ( www.nosside.orgwww.centrostudibosio.it ) ha iniziato con larghi consensi il suo Viaggio del 2010 a Cuba nella Fiera Internazionale del Libro dell’Avana. Nella Sala “José Lezama Lima” traboccante di pubblico sono intervenuti l’Ambasciatore d’Italia a Cuba S.E. Marco Baccin, per il Premio Nosside il Presidente Fondatore Pasquale Amato, la Segretaria Generale Mariela Johnson Salfrán e il Membro della Giuria 2009 Mayerin Bello Valdéz; per la Provincia di Reggio Calabria l’Assessore alla CulturaSanto Gioffré; per la Societá “Dante Alighieri” dell’Avana la Direttrice Giuseppina Moscatelli; e per il Comitato Organizzatore della Fiera il Direttore del Programma Culturale Edel Morales. Continua a leggere

REGGIO, RAFFA ROMPE IL SILENZIO: “RITIRO LE DIMISSIONI, MA AZZERO LA GIUNTA”

Finalmente il Sindaco facente funzione dimissionario Giuseppe Raffa decide di rompere il silenzio. E lo fa dichiarando la sua disponibilità a ritirare le dimissioni, ma a una precisa condizione: l’azzeramento completo della Giunta a Palazzo San Giorgio. Di seguito la lettera inviata agli organi di stampa:
“Ho inteso interrompere il silenzio che mi ero imposto a seguito dell’incontro avuto con il Coordinatore nazionale del Pdl, on. Denis Verdini. Lo faccio poiché, da più parti, sugli organi di informazione, si offre una versione difforme della realtà. Non si dice tutta la verità.
O meglio, viene stravolta e raccontata a proprio uso e consumo. Peraltro non lesinandomi “altisonanti” offese personali che mi hanno profondamente ferito.
Prima di tutto, sento il dovere di ringraziare l’on. Denis Verdini per l’equilibrio e la disponibilità dimostrata e, soprattutto, per l’attenzione riservata alla nostra Città. Quanto all’esito dell’incontro capitolino con il Coordinatore nazionale del mio partito,  la verità è che ho avuto modo di illustrare la mia versione dei fatti, ancorché sulla vicenda lo stesso Verdini era stato già “bene informato” dal coordinamento regionale.  Ascoltando anche me, ha così avuto modo di farsi una sua personale opinione. Opinione che, in mia presenza, l’ha sintetizzata in un metodo in grado di risolvere l’attuale crisi politica in atto al Comune di Reggio Calabria. La soluzione suggerita dall’on. Verdini consiste, infatti, nella sottoscrizione da parte di almeno ventuno consiglieri comunali di un documento ufficiale, a me indirizzato, da depositare presso la Segreteria generale, dal quale si evinca, in modo chiaro ed inequivocabile, piena fiducia e assoluto riconoscimento al sottoscritto dei pieni poteri e dell’autonomia che la legge conferisce al ruolo di Sindaco, sia pur facente funzioni e sia pur nel solco della continuità. E sempre secondo il ragionevole metodo suggerito proprio dalla massima autorità del partito, prima del ritiro delle mie dimissioni si dovrà procedere all’immediato azzeramento della Giunta municipale attualmente in carica, cui dovrà seguire la contestuale ricomposizione della stessa. Il criterio proposto dall’on. Verdini è quello di una mediazione condivisa tra il sottoscritto e il coordinamento regionale del partito al fine di individuare dei nuovi assessori di cui possa fidarmi senza alcun indugio e che sposino davvero il percorso politico a me affidato per traghettare il centrodestra che oggi guida la Città fino a nuove elezioni. Continua a leggere