REGGIO: ARRIVANO I PIANTAGRANO E I LORO ATTACCHI BOTANICI

I piantagrano

di Stefano Perri – Si è svolta a Reggio Calabria la prima azione di “Guerrilla Gardening”, promossa dal gruppo di Facebook “I Piantagrano”, a cui hanno dato vita tra gli altri il Meetup di Beppe Grillo e l’associazione “Combattivamente”. Obiettivo della “missione”, il recupero di un’aiuola abbandonata al degrado nel Rione Marconi, alle spalle della scuola elementare Ceravolo, a pochi passi dal Viale Europa. Un’area divenuta pattumiera e cielo aperto ed utilizzata per far espletare i bisogni corporali agli animali domestici della zona.
Dopo aver ripulito lo spazio da erbacce, carte e rifiuti di ogni genere e sistemato il terreno, nel giro di alcune ore i “guerriglieri verdi” hanno messo a dimora numerose piantine multicolori ed allestito delle coreografie con fiori, cactus e pietre. Tutto questo, davanti agli sguardi prima perplessi e poi compiacenti degli abitanti del luogo che, pian piano, hanno rotto gli indugi e  apprezzato l’iniziativa, mettendo a disposizione altre piante e fornendo qualche dritta.
“Non è che l’inizio: vogliamo combattere con le nostre azioni il grigiore e il degrado in cui versano i quartieri popolari e le periferie di Reggio”, ha affermato Cheyenne Curatola di “Combattivamente”, “dimostrando che quando le amministrazioni pubbliche sono latitanti, i cittadini possono e devono autorganizzarsi, riprendendosi i propri spazi e rendendoli più vivibili e gradevoli”. Presente all’iniziativa il consigliere provinciale del Prc Omar Minniti, anch’egli con la vanga in mano: “quella di stamattina è stata un’azione pacifica ma fortemente rivoluzionaria, mossa dalla volontà di far tornare ai reggini il gusto del bello”. “In una città dominata dal grigio cemento e dal mattone forato”, prosegue Minniti, “il recupero delle aree verdi, lo stimolo del senso civico e della partecipazione popolare, può contribuire ad ingenerare voglia di cambiamento, a far uscire la gente dalle gabbie dell’individualismo e l’indifferenza in cui è stata confinata”. Infatti, terminata l’azione dei “Piantagrano”, ora toccherà agli abitanti delle palazzine di Rione Marconi prendersi cura dell’aiuola rinata: a loro il compito abbeverare e curare le giovani piantine e di preservare il luogo dai vandali. Alcuni abitanti hanno già dato la loro disponibilità. Forse qualcosa si muove davvero… Staremo a vedere. Intanto, i promotori del “Guerrilla Gardening” sono pronti ad annunciare altre incursioni a sorpresa in diversi rioni della città: se li incontrate, non esitate anche voi ad impugnare la zappa e l’innaffiatoio.

LEGGI L’ARTICOLO SU STRILL.IT —> http://www.strill.it/index.php?option=com_content&view=article&id=72131:reggio-arrivano-i-piantagrano-e-i-loro-qattacchi-botaniciq&catid=40:reggio&Itemid=86