TROPEA (VV): OFFENDE INVALIDO E LUI L’ACCOLTELLA

Offende invalido civile e lui la accoltella. Il fatto e’ avvenuto ieri sera a Tropea. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri Giuseppe Certo, di 37 anni, ha litigato con una casalinga 50enne per futili motivi, probabilmente legati ad alcune parole offensive che la donna gli avrebbe rivolto. Poi ha estratto un coltello ferendola all’avambraccio destro. La donna e’ stata ricoverata in ospedale con una ferita profonda, mentre i carabinieri hanno arrestato il giovane con l’accusa di lesioni aggravate. Si trovava nella sua abitazione, dove e’ stato trovato pure il coltello usato per l’aggressione, ancora sporco di sangue.

LOCRI: GIOVANE IN MANETTE PER RAPINE E LESIONI AGGRAVATE

carabinieriImportante colpo della Compagnia di Locri, in particolare del nucleo operativo e della locale stazione, guidata dal Mar.ca. Pietro Pizzati, che hanno arrestato un minore, F.A., perche’ ritenuto responsabile di rapine, pluriaggravate anche dall’aver agito con finalità di discriminazione e odio etnico, lesioni aggravate e porto di arma atta ad offendere.
L’arresto e’ avvenuto in esecuzione di un’ordinanza coercitiva emessa dal G.I.P. presso il tribunale dei minorenni di Reggio Calabria, su richiesta della procura dei minorenni, guidata dal Procuratore Capo Dott. Macri’, che concordava pienamente con le risultanze rapportate dai Carabinieri. Il giovane, incensurato, rappresenta la terza generazione di una famiglia locrese saldamente legata alla ‘ndrangheta.
Il minore e’ ritenuto responsabile di aver rapinato, nel maggio scorso, un extracomunitario indiano del portafogli e del cellulare, procurandogli anche lesioni aggravate e di aver tentato, sempre nella stessa giornata del maggio 2010, di rapinare, in due distinti episodi, altri due indiani, procurando loro lesioni aggravate anche al volto, utilizzando un coltello. Continua a leggere