Il grillismo un male necessario: uno Stato febbrile fastidioso ma utile

beppe-grillo_620x410di Stefano Perri – I grillini non uccideranno lo Stato, né certamente lo salveranno. Il fenomeno dell’ascesa (esplosione oserei dire vista l’assoluta repentinità) del Movimento 5 Stelle in Italia è un processo di enorme portata che va assolutamente storicizzato nel contesto temporale ed analizzato in maniera obiettiva.

D’altronde di analisi superficiali ne abbiamo già lette in quantità. Se i grillini mangeranno o no al ristorante della Camera o del Senato, se prenderanno antipasto e primo oppure anche il secondo, diciamocelo chiaramente: non ce ne frega granché. E anche se molti colleghi giornalisti, caduti nella trappola sapiente della comunicazione grillina, continuano a inseguire gli ”attivisti” sperando di coglierli in fallo proponendo scoops da due lire, il ragionamento, almeno in questa occasione dovrebbe andare un tantino oltre. Continua a leggere