REGGIO: DOPO IL VOTO L’ANALISI DI MASSIMO CANALE, CHE RINGRAZIA E RILANCIA!

di Stefano Perri (da www.strill.it) – Il giorno dopo di Canale è il giorno dei grazie. Attaccato al cellulare dalla sua segreteria non smette di rispondere a chi lo chiama per complimentarsi per il risultato ottenuto e rilanciare l’impegno per la sfida dell’opposizione.
Un Canale stanco ma assolutamente soddisfatto del risultato, che pur nella sconfitta gli consegna una responsabilità importante quale capo della sua coalizione e dell’opposizione a Palazzo San Giorgio. “Non posso che esprimere enorme soddisfazione – spiega Canale – per il risultato ottenuto, che mi colloca ben dieci punti al di sopra delle liste che compongono la coalizione a mio sostegno”.
E poi inizia la sua analisi della tornata elettorale con un giudizio spietato del dato elettorale riscontrato dal suo avversario Arena. “Assistiamo al crollo del consenso del centrodestra in Città che passa dal 70% della scorse elezioni comunali, consenso plebiscitario consegnato all’allora sindaco Scopelliti, al 56,6% di Demetrio Arena che resta circa dieci punti percentuali dietro le sue liste.” Continua a leggere

CALABRIA: E’ ADRIANO MUSI IL NUOVO COMMISSARIO DEL PD NOMINATO DA BERSANI

di Stefano Perri – “La sconfitta alle recenti elezioni regionali ha evidenziato non solo una forte criticità del rapporto del centrosinistra con la società calabrese dopo anni di Governo della Regione, ma anche i limiti del PD nell’attrazione di consenso, soprattutto in relazione alla sua tradizionale forza elettorale. Ciò ha generato, ovviamente, una situazione di difficoltà del gruppo dirigente regionale che ha faticato, e non è riuscito, a trovare una leva da cui far partire una positiva reazione politica ed organizzativa.” Con queste parole il segretario nazionale del PD Pierluigi Bersani ha deciso di liquidare l’intero gruppo dirigente del PD calabrese, mettendo in questo modo fine alla lunghissima scia di polemiche che si erano sollevate dalle elezioni regionali in poi. La decisione è stata presa dopo un faccia a faccia con Carlo Guccione, fino ad oggi reggente del PD in Calabria.
Il partito calabrese sarà dunque affidato alla gestione commissariale di Adriano Musi. Attraverso la nomina del commissario si auspica un nuovo periodo, forse più florido, per i democratici calabresi, che a distanza di tre mesi dall’istituzione del consiglio regionale, non avevano ancora proceduto con la nomina del capogruppo in consiglio regionale.  Il neo commissario Musi ha ricoperto in passato il ruolo di segretario generale aggiunto alla UIL, Presidente del Movimento Repubblicani Europei,  è stato eletto nelle elezioni politiche del 2006 alla Camera dei deputati nella lista de l’Ulivo. Alle elezioni politiche del 2008 è stato eletto al Senato per il Partito democratico. Ricopre il ruolo di vicepresidente della Commissione Finanze e tesoro di Palazzo Madama ed è uno dei due senatori, con Luciana Sbarbati, del Mre all’interno del gruppo del Pd. È attualmente anche presidente dell’associazione Giovane Europa.