REGGIO: DEFINITA LA DISPOSIZIONE DELL’ESERCITO. IL PREFETTO SPIEGA: 75 UOMINI PER 4 OBIETTIVI SENSIBILI

varrattadi Stefano Perri – Definito stamane il profilo del dispiegamento delle forze armate nella città di Reggio Calabria. La decisione è stata presa nel corso del vertice del Comitato Ordine e Sicurezza che ha avuto luogo stamattina presso la Prefettura  di Reggio Calabria.
Alla riunione era presente oltre al Prefetto Luigi Varratta, anche il Colonnello dell’Esercito Francesco Rizzo del 62° Reggimento Fanteria “Sicilia” di Catania. Assieme a loro i Procuratori Giuseppe Pignatone e Salvatore Di Landro oltre ai rappresentanti di Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza.
75 uomini dislocati presso 4 obiettivi sensibili. In particolare è previsto l’impiego di 45 uomini presso il Cedir, 10 sotto casa del Procuratore Salvatore Di Landro, 10 presso la Corte d’Appello e 10 di fronte la Procura Generale. “E’ possibile che vi siano altri obiettivi in questo momento a rischio – spiega a Strill.it il Prefetto Varratta – ma in questo momento non è facile prevederlo. Noi stiamo lavorando affinchè non si verifichino più attentati o intimidazioni. Non è ancora previsto un termine specifico per l’impiego dell’Esercito anche se noi speriamo al più presto di poterlo disimpegnare perché a quel punto vorrà dire che non ce ne sarà più bisogno”.
Continua a leggere